FESTIVAL CULTURALE “RESISTENZA 25/25” 1-25 APRILE 2019

CALENDARIO 1-25 APRILE
LUN 1 ore 19 presentazione del libro “Proletkult” di e con Wu Ming
MAR 2 ore 21 concerto Cranchi
MER 3 ore 14-18 laboratorio di danza “Parterre” – pratiche corporee e performative
GIO 4 ore 20 assemblea aperta
VEN 5 ore 21:30 Marco Luciano – “Di un altro amore io ora ti amerò…”
liberamente tratto da “Moha il folle, Moha il saggio” di T.B. Jelloun
SAB 6 Danza e percussioni africane con l’Associazione. “Afric Racine”
ore 18 danza / ore 19:30 percussioni
DOM 7 ore 16:00 laboratorio di “Musica e gioco”: costruzione di strumenti musicali e oggetti sonori condotto da Danilo Mineo e Michele Baroni –
ore 19:00 performance collettiva

8-14/25 APRILE

*LUN 8 ore 20 assemblea aperta
La seconda settimana inizierà con l’assemblea aperta di lunedì. Appuntamento alle 20 per discutere insieme delle prossime iniziative e della manifestazione in città prevista per il 24 aprile.

*MAR 9 ore 21 concerto Delef
Nato col cuore a metà tra il Brasile e Comacchio (FE) Delef è un progetto di musica folk “tropicale” che vuole unire la poesia del cantautorato italiano ai ritmi dal mondo parlando di viaggi e incitando all’amore e alla speranza.
Delef – Resistenza 25/25
https://www.facebook.com/events/331656860887809/

*MER 10 ore 14-18 laboratorio di danza
“Parterre” – pratiche corporee e performative
Per info: francescacase94@gmail.com

*GIO 11 ore 19 presentazione di “Il confine occidentale”
spin-off del documentario The Milky Way di e con Luigi D’Alife
The Milky Way – Presentazione progetto nuovo film a Ferrara
https://www.facebook.com/events/415857339224810/

*VEN 12 ore 18 laboratorio di serigrafia a cura di Arkadia Lab:
– dalla costruzione del telaio alla stampa con colori ad acqua;
– stampa magliette del festival dal vivo;
– laboratorio aperto di stampa su carta e tessuti di cotone.
Porta una tua maglietta, felpa o tessuto di cotone per personalizzarla con i telai dell’Arkadia!
Info: beatrice.nigri@gmail.com
https://laresistenzaferrara.noblogs.org/arkadia-lab/

https://www.facebook.com/events/376623502928669/

ore 21:30 A.R.T.I. area ricerche teatrali indipendenti – “Creazione n°2” – Risultato del lavoro svolto all’interno del laboratorio di creazione teatrale sul macrotema della “rivoluzione”. Di Veronica Ragusa con Giada Carniel, Michele Morabito, Davide Pastorello, Gaia Pellegrino

*SAB 13 ore 10 incontro “Portare i piccoli”
a cura dell’APS I Capitomboli
Incontro Informativo Portare I Piccoli
https://www.facebook.com/events/400980573783504/

ore 15 laboratorio di serigrafia a cura di Arkadia Lab
https://laresistenzaferrara.noblogs.org/arkadia-lab/

*DOM 14 ore 17 laboratorio di serigrafia a cura di Arkadia Lab

ore 19 concerto jazz Carvalho, Grassi, Gargioni Trio Music
for Volatile Art Audience

After set
JAM SESSION

LUN 15 ore 19 presentazione del libro “Guerra alla natura”
MAR 16 ore 21 Irene C. + Heute Nobel in concerto

https://www.facebook.com/events/381920149060687/

MER 17 ore 14-18 laboratorio di danza
“Parterre” – pratiche corporee e performative
GIO 18 ore 20 Transfemminismo
assemblea aperta con Non Una Di Meno – Ferrara

https://www.facebook.com/events/170239677213449/

VEN 19 ore 21:30 Cabaret Circoinzir

https://www.facebook.com/events/332621050932801/

SAB 20 riorganizzazione
DOM 21 riorganizzazione

 

2226 APRILE
da Lunedì a Venerdì ore 14-19
laboratorio teatrale a cura di Arts nomade
24 APRILE 1945-2019
Manifestazione in città
25 APRILE
Giovedì ore 10 in bicicletta per i luoghi della Resistenza ferrarese
ore 12 pranzo al centro sociale
ore 15 concerto del Corso di chitarra
ore 16 concerto Bob Corn
concerto Kimia – dj Yorg – danza “Parterre” – concerto Le iene

https://www.facebook.com/events/271944183711018/

 

MANIFESTO DEL FESTIVAL

Crediamo che fare cultura sia la risposta necessaria alla dilagante aridità di pensiero. L’autodeterminazione parte da una coscienza basata sull’arricchimento culturale. Per noi la (contro)cultura è spirito critico contro le forme di fascismo, razzismo, patriarcato e omo-transfobia. Proponiamo un festival culturale con una programmazione ampia ed intensiva. Abbiamo proposte culturali contro paure e aspettative generate da false notizie, dalla propaganda e dai facili slogan di chi cerca di rianimare un odio che speravamo esserci lasciato alle spalle.
“Resistenza 25/25” è un festival artistico e culturale organizzato dal Centro di Promozione Sociale “La Resistenza” in collaborazione con molte realtà ed associazioni che da anni lavorano a Ferrara e provincia.

IL 25 APRILE NON È UNA RICORRENZA

(CONTRO)CULTURA
L’informazione superficiale è funzionale al controllo di menti poco avvezze allo spirito critico. L’ignoranza è funzionale al sistema di potere, nella misura in cui il confronto e la (contro)cultura generano un approccio critico. Le politiche fatte di slogan sono strategie per racimolare facile consenso su tematiche quali salute, ambiente e società. In tempi di criminalizzazione del dissenso abbiamo delle proposte (contro)culturali che vogliono sfidare le politiche fatte di slogan attraverso un calendario fitto di iniziative che animeranno il festival Resistenza 25/25.

ANTIFASCISMO
Nel discorso politico ridotto a messaggi via twitter si finisce per parlare con slogan, contribuendo così ad annientare le capacità critiche di dissenso. A più di 70 anni dal 25 aprile 1945, noi della Resistenza ci siamo domandati: quale rilievo assumono i valori che portarono alla Liberazione nazionale in relazione ai giorni nostri? Siamo consapevoli noi, giovani di oggi, dell’influenza che quei valori hanno esercitato e continuano ad esercitare nella politica, nella cultura e nella società contemporanea? Il rischio sempre presente è che questa giornata, così come altre istanze storiche, si svuoti del suo significato originale, diventando unicamente oggetto di fredde commemorazioni, slegate da una memoria di carne, cuore ed ossa, di essere umani, di condivisione, di vita e di pensiero. In un’ottica più intergenerazionale possibile, quel che a noi interessa è tracciare un percorso di confronto e di scambio, che porti al 25 aprile attualizzando i valori che hanno animato la Resistenza in diverse forme di espressione.

OLTREI I CONFINI
Contro la violenza dei confini pensiamo che la libertà di movimento non debba dipendere dalla provenienza dell’individuo, per cui rivendichiamo la libera circolazione di tutt*. Ci opponiamo al razzismo di governo ed al fascismo istituzionalizzato, che generano paure infondate ed alimentano la disgregazione sociale, portando ad accettare misure securitarie che limitano la libertà di tutt* e fomentano una guerra tra poveri, in un sistema funzionale al capitalismo ed al neoliberismo. Lavoriamo per costruire una città libera dai nuovi fascismi e da ogni forma di discriminazione, per una Ferrara libera e solidale.

TRANSFEMMINISMO
Il femminicidio è solo la punta dell’iceberg. Sono molteplici le forme di violenza fisica, psicologica e di linguaggio legittimate dalle logiche patriarcali. C’è un omerdoso silenzio a cui rispondiamo con proposte di (contro)cultura prima, durante e dopo il festival Resistenza 25/25. Lottiamo per la libertà di autodeterminazione senza differenze di genere e provenienza. Rivendichiamo il diritto di decidere sul proprio corpo, contro ogni ruolo sociale e di genere imposto dalle dinamiche culturali e patriarcali.

ECOLOGIA
Contro la devastazione degli ecosistemi. Contro le logiche di profitto che generano devastazioni ambientali, anzitutto le grandi opere che favoriscono poche persone e nel frattempo devastano il territorio di tutt*. Per una società ecologica bisogna riprendere in mano all’interno delle comunità quegli aspetti del quotidiano che abbiamo lasciato sottrarci da accaparratori e speculatori, autodeterminandoci come individui all’interno di una collettività, e come collettività all’interno di un ecosistema ampio, fragile e stupendo.